+39 0131.38.95.13

Accessori assi di rotazione (APP1 – APP2)

Filetto (per avvitare-svitare) che offre un cambio veloce e conveniente tra i metodi con paletta o cestello senza il bisogno di dover reimpostare il peso dell’asta.

Alberi motore per cestelli (APP1)

L’albero motore per cestelli è un’asta metallica connessa al cestello cilindrico. Tutte le aste sono realizzate con l’acciaio inossidabile elettrolucidato numero 316.

Canule per campionamento

Le cannule per i test di dissoluzione sono fatte in acciaio inossidabile o PEEK così da non assorbire o interferire con gli ingredienti attivi.

Coperchi per recipienti

I coperchi per recipienti QLA forniscono aperture in cui alloggiare cannule e tappi, riducendo la perdita di materiale durante il test di dissoluzione.

Filtri per Canule

I filtri utilizzati nei test di dissoluzione aiutano a prevenire la caduta di particelle delle capsule all’interno del campione, cosa che potrebbe inficiare i risultati dello spettrofotometro o dell’HPLC.

Il metodo del cestello (APP1)

Adottato nel 1970, il metodo di rotazione del cestello per i test di dissoluzione era il primo metodo ufficiale. Essenzialmente consiste in un cestello in acciaio inossidabile a 40 maglie intrecciate che ruota ad una velocità costante tra i 25 e i 150 rpm. Questo metodo è attualmente denominato Apparecchio 1 (o metodo 1).

Il metodo della Spatola (APP2)

L’apparecchio 2, più comunemente conosciuto come metodo della spatola, ha specifiche fisiche simili a quelle dell’apparecchio 1 con una spatola al posto del cestello rotante.

Pesi per capsule

I pesi per capsule aiutano la riproducibilità del campione e sono utili a non far attaccare le capsule ai lati del recipiente.

Recipienti

I recipienti per la dissoluzione consentono di ottenere risultati corretti e riproducibili e soddisfano le dimensioni fisiche dell’USP.

Strumenti per la calibrazione

Gli strumenti per la calibrazione QLA assicurano il corretto funzionamento del bagno di dissoluzione per ottenere risultati precisi e riproducibili.

Test transdermico (APP5 – APP6)

Il test transdermico può essere condotto sia con un apparecchio a disco che con uno a cilindro ed è condotto a 32°C per simulare la temperatura della pelle.